Pubblicato il 06/07/2022 - Ultima revisione 06/07/2022


Concerto: un gradito ritorno esplorando epoche e stili

Domenica alle 11,15 in Auditorium

Settore Comunicazione





Il conclusivo concerto di Domenica 10 luglio 2022 si intitola “ Un gradito ritorno: esplorando epoche e stili ” perché la protagonista Giuliana Soscia torna nella nostra Rassegna dopo avervi partecipato nella III Edizione a fine Marzo 2015, quando interpretò alla fisarmonica, insieme con Pino Jodice al pianoforte Erard, una stupenda versione in jazz del celebre “Stabat Mater” di Giovanni Battista Pergolesi: era del resto il “Concerto di Pasqua” che si teneva nella Domenica delle Palme, e fu un’occasione per dimostrare come si possa validamente rielaborare in chiave palesemente moderna una musica di tre secoli addietro arricchendola di nuova vitalità, e insieme come il nostro pianoforte d’epoca sia in grado di sostenere, e di rendere ulteriormente interessanti, anche esecuzioni di genere assolutamente moderno e contemporaneo.

Da un altro lato Giuliana Soscia, che nasce come pianista ed è anche compositrice, era passata per diversi anni alla fisarmonica – con la quale aveva formato un apprezzatissimo duo jazz con appunto il pianista, e compositore anche lui, Pino Jodice – ma da qualche anno è “ritornata” al pianoforte: si vede quindi come il titolo del concerto rivesta una doppia valenza.

Ma c’è di più: “esplorando epoche e stili” è un assunto programmatico che illustra bene lo spirito della scelta dei brani in scaletta, i quali partono dallo stile “classico” del Settecento mozartiano, attraversano l’Ottocento e il Novecento, per approdare ai giorni nostri con quelli, in stile dichiaratamente jazz, della stessa Giuliana Soscia. È in definitiva un programma appropriato a concludere una serie di concerti, quasi a simboleggiare un sommario dei generi musicali ascoltati nei precedenti appuntamenti.