25/09/2019 - Ultima revisione 25/09/2019


La “Campaniliana” ai nastri di partenza: convegno, spettacoli e Premio per un ottobre in ricordo di Achille Campanile a Velletri

Con l'organizzazione della Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri

Rocco Della Corte





Ai nastri di partenza la “Campaniliana” 2019, rassegna nazionale di teatro e letteratura dedicata allo scrittore e giornalista Achille Campanile. Quest’anno, per la terza edizione, la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura, organizzatrice dell’evento, ha stilato un programma con tanti ospiti e molto spazio riservato al teatro. Si parte domenica 29 settembre alle ore 18.00 (Auditorium della Casa delle Culture e della Musica di Velletri) con il convegno di studi “Per parlar chiaro”, che analizzerà il tema del linguaggio scritto, trasmesso, parlato a partire dall’opera campaniliana. Ospiti il professor Francesco Sabatini, volto accademico e televisivo, linguista, filologo e lessicografo, che si soffermerà sul valore della lingua italiana; Giancarlo Governi, giornalista, scrittore, autore televisivo; Emilia Costantini, giornalista, scrittrice, critica letteraria; Florinda Nardi, docente universitaria di Tor Vergata. Interverranno Arnaldo Colasanti, presidente della Giuria del Premio Nazionale Teatrale “Achille Campanile”, e Gaetano Campanile, figlio dell’autore. L’ingresso è libero. Domenica 6 ottobre, invece, al Teatro Artemisio-Volonté andrà in scena la compagna Aicab (Associazione Italiana Cantanti Attori Ballerini) diretta da Pier Luigi Nicoletti. Gli spettatori potranno ammirare due atti unici di Achille Campanile, “Canzone napoletana” e “Vecchia Russia”. Il biglietto di ingresso è fissato al costo di € 5,00. Ultima data della rassegna domenica 13 ottobre, a partire dalle ore 18.00, sempre al Teatro Artemisio-Volonté. Avverrà in quella sede la premiazione del vincitore 2019, autore della migliore opera inedita di genere umoristico, che si aggiudicherà la targa e l’assegno di € 1500,00 messo a disposizione dalla Casa di Cura “Madonna delle Grazie” di Velletri. Quest’anno la Giuria, composta da Arnaldo Colasanti, Emilia Costantini e Gaetano Campanile, ha individuato anche una seconda opera per la menzione speciale. Poi, la compagnia X-Pression e l’Associazione “Cuspide” porteranno in scena “Eden. Sala danza (domenica aperto)” di Adriano Bennicelli, opera vincitrice dell’edizione 2018 del Premio e che arriva sul palco veliterno in prima nazionale per la regia di Christine Hamp e con la scenografia di Sergio Gotti e la partecipazione della Scuola Ballo Danza Mirko Bonelli. Anche in questo caso il biglietto ha il costo unico di € 5,00. Tre eventi di spessore per riassaporare il gusto della lettura e della scrittura di Campanile, dallo studio al teatro, nel segno della qualità come è ormai costume dell’organizzazione della “Campaniliana”, consacrata ormai come appuntamento nazionale di rilievo e patrocinata anche dal MIBAC oltre che dall’Associazione Memoria ‘900.