09/12/2019 - Ultima revisione 09/12/2019


“Non domandarmi di me, Marta mia”: sabato sera con Pirandello e Marta Abba al Teatro Artemisio-Volonté

Con l'organizzazione della Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri

Rocco Della Corte





Un nuovo spettacolo, fuori abbonamento, al Teatro Artemisio-Volonté di Velletri diretto dal Maestro Claudio Maria Micheli. Sabato sera, 14 dicembre, alle ore 21.00 andrà in scena sul palco veliterno “Non domandarmi di me, Marta mia”, tratto dalle lettere di Luigi Pirandello a Marta Abba. Un progetto teatrale suggestivo e affascinante, ambientato nel 1936, data della morte di Luigi Pirandello. La sera della scomparsa del grande autore e premio Nobel italiano, l’attrice era di scena a New York e si ritrovò a sapere la notizia. Si precipita quindi a leggere l’ultima lettera pervenutale da Luigi, solo sei giorni prima, nella quale nulla faceva presagire problemi di salute. Marta, la vera protagonista, interpretata da Elena Arvigo, farà così i conti con il passato rileggendo le lettere, re-intepretandole, in un commovente viaggio d’amore. La regia è di Arturo Armone Caruso, mentre il testo è di Katia Ippaso. La prevendita è possibile effettuarla on line su ticketone.it oppure presso “Il Biglietto” a Velletri (Via Eduardo de Filippo, 99) e Drin Service a Genzano (Via Galieti, 10). I prezzi sono i seguenti: platea I settore 20 euro (ridotto 18 euro), platea II settore 18 euro (15 ridotto), galleria 15 euro (13 ridotto), galleria per gruppi organizzati (minimo venti) 10 euro (ai prezzi va aggiunto il diritto di prevendita in caso di acquisto anticipato). Sarà possibile acquistare i tagliandi anche al botteghino del Teatro, aperto nel pomeriggio dello spettacolo. Appuntamento dunque al Teatro Comunale Artemisio-Volonté sabato 14 dicembre con inizio alle ore 21.00 per uno spettacolo imperdibile tra amore e letteratura.