immagine data articolo
13/01/2021 Premio Nazionale Teatrale “Achille Campanile”, con la pubblicazione del Bando al via l’edizione 2021

Dopo la quarta edizione, portata a compimento nonostante le limitazioni pandemiche, la “Campaniliana” si appresta a vivere la sua quinta. La Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura, diretta da Claudio Maria Micheli, insieme all’Associazione Memoria ‘900 ha dato via ai lavori di organizzazione e programmazione della manifestazione dedicata al Maestro Achille Campanile. Se le date delle varie iniziative (convegno, spettacoli, premiazione, reading, mostre e quant’altro) dovrebbero essere confermate nella seconda metà di ottobre come da tradizione, c’è già il bando di concorso per il Premio Nazionale Teatrale. La scadenza è stata infatti fissata al 17 luglio 2021, mentre i termini di partecipazione non mutano rispetto agli anni precedenti: l’iscrizione è gratuita e aperta ad ogni tipo di copione di genere umoristico purchè inedito. Si può inviare la propria opera tramite una raccomandata semplice senza mittente: la procedura è piuttosto semplice e basta specificarlo all’impiegato postale. Prevede solo la compilazione di un tagliando in duplice copia, una delle quali rimarrà all'ufficio postale e l'altra a chi spedisce, senza che nulla venga apposto sulla busta del plico, se non l'indirizzo del destinatario. Le generalità dell'autore, che non devono essere indicate sulla busta, vanno inserite in una busta chiusa all’interno del plico contenente anche il copione. Tale modalità, che ha spesso fatto riscontrare problemi ai partecipanti, si rende necessaria per garantire l’anonimato totale ai partecipanti e non influenzare in alcun modo la giuria nella lettura dei testi. Le opere possono essere inviate a Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri – Premio Nazionale Achille Campanile – c/o Segreteria del Sindaco - Palazzo comunale. P.za Cesare Ottaviano Augusto n.1 - 00049 Velletri (RM) (farà fede il timbro postale per quelle che pervengono dopo il 17 luglio 2021). Il premio in danaro, di euro 1500, è messo a disposizione dalla Clinica Madonna delle Grazie.

...




13/01/2021 La “Campaniliana” apre ai giovani con il bando per i corti: “Umorismo…in corto. Parola di Campanile”

La Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri, in collaborazione con l'Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Velletri, l’Associazione Culturale Memoria '900 e il Fondo Campanile indice una rassegna di filmati video di genere umoristico in lingua italiana riservata agli studenti degli istituti di istruzione superiore di Velletri e dell’intera provincia di Roma. La partecipazione è soggetta ad iscrizione. Ogni video, realizzato secondo le specifiche tecniche di cui all'Allegato 1, dovrà essere trasmessa tramite il servizio offerto gratuitamente da wetransfer.com, all'indirizzo umorismoincorto@campaniliana.it, accompagnato da una email contenente le informazioni richieste (scaricabili dal link: https://www.campaniliana.it/rassegna_video/?action=regolamento). L’Organizzazione si riserva di individuare i migliori corti pervenuti, tenendo conto anche della valutazione del pubblico e delle preferenze ottenute dal contest sui social. I video dovranno pervenire alla Commissione entro il 15 aprile 2021 via email come da procedura indicata nell'Allegato 2 e i migliori saranno proiettati presso il Teatro Artemisio-Volonté di Velletri entro il mese di ottobre 2021. I primi tre classificati riceveranno un riconoscimento a cura dell’Organizzazione. I video pervenuti non verranno comunque restituiti.

...




31/12/2020 La musica attraversa l’oceano e invade il pianeta partendo dalla Casa delle Culture di Velletri

La Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri, nella persona del Presidente Tullio Sorrentino e di tutto il CDA, esprime orgoglio e soddisfazione per la prima data dell’evento internazionale “The Bösendorfer Recital” trasmesso in streaming dalla Casa delle Culture e della Musica. L’Auditorium, e con esso Velletri, è arrivato nelle case, sui computers, sugli smartphone e i tablet di tutto il mondo con centinaia di persone che minuto dopo minuto si sono collegate da ogni parte del globo. Le opere di Beethoven, un genio che non necessita di ulteriori parole per essere descritto, hanno unito in un momento di forte divisione tutto il pianeta facendo di Velletri il fulcro di questa condivisione non solo virtuale. Grande merito a Carlo Grante, un professionista ineguagliabile, che ha dato vita a questa connessione anti-pandemica insieme a Bruce Adolphe. Il Maestro Grante, con il suo “fido Bösendorfer”, per parafrasare Fabio Ludovisi, “riesce superbamente a trasferire nell’intimo questo mondo di sensazioni, pur dovendoci accontentare di assistere a questa performance da uno schermo”. La Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura, nel ringraziare tutti gli attori impegnati nell’organizzazione di questa iniziativa unica nel suo genere, attende con ansia e curiosità i prossimi cinque eventi nel segno di Scarlatti, Mozart. Schubert, Schumann e Brahms. Velletri nel mondo con le note musicali che attraversano l’oceano e danno un segnale universale in tempi di pandemia: quanto di più bello ci possa essere per allietare queste strane feste.

...




22/12/2020 The Bösendorfer Recitals con Carlo Grante Da Velletri a New York: la pandemia non ferma la musica

Condivido pienamente la scelta di aprire questa rassegna molto interessante con le celebrazioni beethoveniane, soprattutto con delle opere che non si dovrebbero definire "minori" ma solamente meno conosciute: le variazioni sono un universo tematico dove si parte con delle idee musicali e si corre sul filo di armonie a volte ardite, dove anche nei momenti più intimistici e intarsiati, quando ci si sente quasi sicuri dello svolgimento nelle vesti delle armonie più tradizionali, arriva inaspettata una "sterzata" a 180 gradi: si rimane temporaneamente spaesati, ma la maestria del Genio riconduce subito l'ascolto verso acque più tranquille, in apparenza. I temi ritornano, rassicuranti, ma appaiono diversi, con un vestito che è lo stesso modello del precedente, ma di un colore diverso. E alla fine, si è quasi provati, perchè le sensazioni si rincorrono velocemente, perchè non si è quasi mai a proprio agio, con Beethoven. Si percepisce che c'è sempre qualcosa nell'aria, ed è difficile impostare i parametri di ascolto secondo degli schemi non troppo impegnativi. In queste esecuzioni si trovano frammenti che verranno ripresi quasi integralmente in altre grandi opere di Beethoven: sono una sorta di serbatoio dove il Maestro attinge a piene mani, anche per i grandi monoliti sinfonico/pianistici che successivamente andrà a plasmare: emblematiche le variazioni con fuga op. 35 in Mib, che di fatto si ritrovano quasi integralmente nel finale della famosa sinfonia n. 3 (Eroica) : ascoltando invece le sei variazioni op. 34, che hanno tra loro una diversità intenzionale di rilievo, si percepisce nitidamente in vari momenti l'influenza che Beethoven avrà nei riguardi di Schubert, Brahms e Mendelssohn. Di interesse altrettanto elevato l'altro gruppo di variazioni su un tema originale di Beethoven stesso, l'opera 76, le quali si presentano in un tipico stile russo, linea che diventerà poi la base della Marcia Turca sulle Rovine d'Atene dello stesso Beethoven. Il Maestro Grante, unitamente al suo fido Bösendorfer, riesce superbamente a trasferire nell’intimo questo mondo di sensazioni, pur dovendoci accontentare di assistere a questa performance da uno schermo di un computer, o di un telefono/tablet. |2 Un universo di suoni che si sviluppa nella stupenda cornice dell'Auditorium della Casa delle Culture e della Musica di Velletri, dietro la spinta organizzativa della Associazione Mozart Italia, con il supporto di Amroc, Fondarc, Off The Hook Arts Festival (Colorado, Usa), il Comune di Velletri e la Bösendorfer stessa, il tutto coordinato e prodotto dall'Associazione Colle Ionci, con il supporto tecnico di Element Creative Studio, Simone Durante Group e Assolo Produzioni Musicali, diretti e coordinati da Giulio Bottini e, non ultimo, con il prezioso contributo da New York del Maestro Bruce Adolphe. Bruce Adolphe, noto compositore, studioso e divulgatore americano illustra la capacità beethoveniana di trattare un tema, nei suoi brani in forma di variazioni, mostrandone le recondide sfaccettature, piuttosto che ripresentarlo abbellito (cosa che fa invece nei temi con variazioni giovanili. L’analisi introspettiva di Adolphe volge, come di sua rara competenza, sui fattori psicologici che sottendono i “silenzi” in musica; la necessità del compositore, quasi sordo, di creare contrasti e sorprese sonore sulla partitura, quasi a voler proiettare con enfasi nel mondo reale ciò che si sviluppava nel suo mondo sonoro virtuale, mentale: nel suo noto “orecchio interno”. |3 Questo primo appuntamento ha sicuramente centrato il segno: nei prossimi cinque eventi, si incontreranno altrettanti compositori: Scarlatti, Mozart. Schubert, Schumann e Brahms, ognuno con una propria storia e delle preziose testimonianze sonore che racconteranno caratteristiche, propongono linee guida, offrono stimoli intellettuali ed emozionali. Anche se quel brano lo abbiamo ascoltato più e più volte, sperimentiamo sempre un miracolo: ogni volta non è mai uguale, perché il nostro approccio è mutevole, come un fiume che scorre. Pur essendo in apparenza la stessa identica acqua, la stessa si rinnova continuamente.

Testo di Fabio Ludovisi

Foto di Giovanni Ambrogini

...




22/12/2020 FondArC, il presidente Tullio Sorrentino fa gli auguri alla città di Velletri

Si chiude un anno intenso e pieno di attività, nonostante la pandemia, per la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri. L’Ente, che gestisce la Casa delle Culture e della Musica e il Teatro Artemisio-Volonté, è adesso presieduto da Tullio Sorrentino, subentrato nel mese di ottobre alla guida della Fondazione. Proprio il presidente ha voluto rivolgere un augurio di buone festività alla cittadinanza, soffermandosi sul delicato momento storico soprattutto per il mondo della cultura. “La Fondazione e tutti i membri del CDA, composto dal vice-presidente Italo Ciarla e dai consiglieri Guido Ciranna, Vera Dani, Carlo Palliccia, Carlo Guglielmi, Sara Di Luzio, Danilo Rossi, Sergio Giri, desiderano fare gli auguri a tutti i veliterni”, ha esordito Sorrentino, “nella speranza che l’anno in arrivo sia migliore di questo 2020. Un pensiero particolare e accorato voglio rivolgerlo a tutti gli operatori del mondo del teatro, della musica, del cinema, dell’arte, costretti a fermarsi o a lavorare in altre forme”. Tullio Sorrentino ha voluto poi ricordare i progetti immediati della Fondazione, al lavoro da mesi per proseguire una programmazione degna della città di Velletri e del suo pubblico: “Stiamo pianificando attività in streaming, non è la stessa cosa ma ci consente di mantenere un contatto diretto con le persone. Abbiamo patrocinato il concerto di Natale, la rassegna di danza è stata un’ottima esperienza, come è prestigiosa e unica nel suo genere la collaborazione internazionale con Carlo Grante”. “Inoltre”, ha aggiunto, “cominceremo ad aprirci sempre più a diverse forme di collaborazione con le Associazioni del territorio, che vanno coinvolte in maniera attiva e specifica con le loro professionalità nell’organizzazione e nei progetti della Fondazione”. Il presidente ha espresso poi la propria gratitudine ai tre soci della Fondazione, sempre in prima linea nel seguirne le attività: “Voglio ringraziare il Comune di Velletri, la Banca Popolare del Lazio e la Casa di Cura Madonna delle Grazie, i tre soci della FondArC con la quale abbiamo costruito un ottimo percorso e stiamo continuando a gettare le basi per un futuro importante”.

...




21/12/2020 I Big Cedars 'conquistano' il mondo: migliaia di persone collegate per "Velletri for Christmas"

Che non sarebbe stato semplice vivere questo Natale era ben chiaro sin dalla scorsa Primavera, ma la musica può essere salvifica, mantenere a suo modo le tradizioni ed emozionare ogni volta in maniera sempre diversa e pungente. Così il Teatro Gian Maria-Volontè di Velletri si è ritrovato ad ospitare, per la quinta edizione consecutiva, l'atteso concerto dei 'Big Cedars', 'Velletri for Christmas', stavolta però senza il consueto tutto esaurito. Il pubblico, tuttavia, ha risposto presente calandosi nelle modalità di questo tempo: migliaia di persone, infatti, hanno seguito la performance artistica dei tre musicisti veliterni dai social e da youtube, con una platea allargatasi in tal modo a tutto il pianeta viste le connessioni con Australia, Inghilterra, Stati Uniti e non solo. La splendida alchimia di solidarietà e musica non si è quindi persa e anzi ha avuto un'eco ancor più forte. Un'ora e quaranta di concerto, con Tiziana Mammucari a presentare la serata, per un progetto durato oltre due mesi che si concluderà il prossimo 9 gennaio con l'estrazione della lotteria (biglietti disponibili presso 'Briciole' in Piazza Cairoli): una forte luce in un periodo buio. Sul palco nove artisti, quattro tecnici audio, un tecnico luci, più il personale per video e scenografia. Ad esibirsi insieme al trio dei 'Big Cedars' composto da Irene, Graziano e Lorenzo Cedroni c'erano Cristina Picca al violino, Carlo Maria Micheli al sax e al flauto, Leonardo Caucci Molara a pianoforte e tastiere, Stefano Candidda alle chitarre, Paride Furzi al basso, Pino Vecchioni alla batteria. Un qualcosa di mai visto nella nostra città a livello mediatico, con un intento nobile: quello di raccogliere fondi (lo si può fare fino alla mezzanotte del 31 dicembre) per l'Ospedale 'Paolo Colombo' di Velletri. Tra i ringraziamenti che i 'Big Cedars' hanno voluto sottolineare occorre ricordare Alfa Music Service, Alessandro Paris, Fabrizio Romaggioli, Marco del Forno, Armando Raponi, il Tecnico Video Leonardo Palone, l'addetto ai Contributi video Roberto Scognamillo, l'ideatrice della scenografia e degli addobbi La bottega dei desideri di Monica Felci con Beatrice Felci, Laura Fabiani, Martina Rocchio. Fra i testimonial d'eccezione anche Sergio Friscia, che ha pubblicizzato la serata, e ai saluti video arrivati durante la serata dal Maestro Gianni Mazza, dall' attrice Edy Angelillo e dall'attore Alessio Chiodini, oltre a quelli dell'istrionico Stefano Masciarelli e del grande Andrea Paris , il 'prestigiattore' vincitore dell'ultimo 'Tu si Que Vales' che ha impreziosito la serata con gag e giochi di prestigio. Un ringraziamento è stato rivolto anche a tutti gli sponsor, alla Fondarc e alle radio media partner dell'evento, Studio 93 e Radio Mania.

...




19/12/2020 Duo Pianistico Emilija Pinto e Massimiliano Chiappinelli

Evento Online - 20 dicembre 2020, 18:00 - NeAMO
Free LIVE STREAMING https://youtu.be/T-LunRCo84g
Duo Pianistico
Emilija Pinto e Massimiliano Chiappinelli
 
J. S. BACH – T. DUBOIS Le Clavecin Bien Tempéré transcrit à 4 mains
-Preludio e Fuga XIX in la maggiore BWV 888
-Preludio e Fuga XX in la minore BWV 889
-Preludio e Fuga XXI in si bemolle maggiore BWV 890
-Preludio e Fuga XXII in si bemolle minore BWV 891
-Preludio e Fuga XXIII in si maggiore BWV 892
-Preludio e Fuga XXIV in si minore BWV 893
 
J. STRAUSS JR. Frühlingstimmen op. 410
 
G. GERSHWIN Three Preludes
-Allegro ben ritmato e deciso

-Andante con moto
-Agitato
 
L. FISCELLA Suite per la gioventù
-Marcia
-Notturno
-Tarantella
 
Il Duo Pianistico Five o’ Clock,  formato da Emilija Pinto e Massimiliano Chiappinelli, si è formato in seno all’Associazione Culturale Colle Ionci nel 2007 contestualmente all’elaborazione del progetto Forty Fingers: musiche da vedere, producendosi da allora in un sistematico lavoro di esplorazione e valorizzazione di musiche nuove e nel consolidamento di un repertorio per pianoforte a quattro mani che comprende anche trascrizioni ricercate ed arrangiamenti. Ha al suo attivo numerosi concerti in Italia ed all’estero, e registrazioni effettuate per la RTS di Belgrado e la Radio Vaticana. Nel 2015 il Duo ha inciso per AMRoC il CD Italian Connection, un lavoro interamente basato su musiche di autori italiani contemporanei. Nello stesso anno, nel corso di una tournée svolta negli USA, ha eseguito in prima assoluta a Los Angeles la versione per pianoforte a quattro mani e orchestra della suite Zodiaco del compositore Damiano D’Ambrosio, sotto la direzione del maestro Zun-Hin Woo. E’ attualmente impegnato in una coproduzione per la prima registrazione mondiale del Clavicembalo ben Temperato di J.S. Bach, nella trascrizione per pianoforte a 4 mani di Théodore Dubois..
 
Concerto della rassegna NeAMO: http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/?p=2811
con il contributo della Regione Lazio
Comune di Velletri Assessorato alla Cultura
A.M.Ro.C.
Associazione Mozart Italia
con il patrocinio della FondARC
 
Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri
colleionci@gmail.com
tel. 371 1508883
...




15/12/2020 Anche quest'anno i "Big Cedars" in concerto al Teatro Artemisio per l'Ospedale di Velletri

Il covid non ferma nè la musica nè la solidarietà. Si svolgerà, infatti, anche quest'anno il consueto concerto di Natale a supporto dell'Ospedale 'Paolo Colombo' di Velletri. Protagonisti saranno ancora una volta i 'Big Cedars', che con le loro note dal Teatro Artemisio-Volonté allieteranno in streaming i presenti che si preannunciano già numerosi. Da qualche giorno in rete è stata divulgata la locandina dell'iniziativa, prevista per sabato 19 dicembre alle ore 21.00. 'Velletri for Christmas', concerto per la vita, è giunto in questo 2020 alla quinta edizione dopo il successo degli anni passati e si propone di raccogliere donazioni per l'area valutazione e medicina covid del nosocomio veliterno. Si possono già fare le donazioni all'IBAN IT12K0871639490000013093294 intestato a Gens Nova con la causale 'Ospedale di Velletri'. L'evento è patrocinato da Gens Nova, Officine Sonore, Radio Mania e Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura. Non resta che donare e poi aspettare sabato 19 dicembre per ascoltare dell'ottima musica insieme ai 'Big Cedars Irene, Lorenzo e Graziano Cedroni.

...




11/12/2020 Con l’Associazione Mozart l’Italia e l’America si collegano grazie a “The Bösendorfer Recitals”

Il 17 dicembre, nel giorno del 250° della nascita di Ludwig van Beethoven che cade in questo tempo di forzata assenza del pubblico in sala, l’Associazione Mozart Italia sede Castelli romani lancia un progetto di livello internazionale: “The Bösendorfer Recitals – Carlo Grante”. Lo straordinario pianoforte Bösendorfer 280 Vienna Concert diventerà il protagonista, insieme a Carlo Grante, pianista e concertista di fama mondiale, di una serie di concerti in trasmessi in diretta streaming che avranno così la possibilità di diffondersi in tutto il pianeta. La manifestazione, che si compone di sei concerti monografici, creerà un ponte diretto tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America grazie alla partecipazione, prima di ogni concerto, del noto compositore e divulgatore statunitense Bruce Adolphe. |2 Adolphe si collegherà da New York per dialogare e suonare con Grante, che sarà a Velletri, in uno affascinante e scoppiettante dialogo culturale e musicale transoceanico intorno alle figure di Beethoven, Scarlatti, Mozart, Schubert, Schumann e Brahms. Questi infatti i compositori le cui musiche saranno oggetto dei sei concerti che verranno eseguiti e trasmessi da una location d’eccezione come l’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica a Velletri. |3 La manifestazione veliterna, completamente autofinanziata, grazie alla partnership con la Bösendorfer di Vienna, che la promuoverà nei propri canali internazionali Bösendorfer-Yamaha, e con il festival Off The Hook Arts del Colorado, che invece la replicherà e promuoverà negli Usa, farà realmente il giro del mondo, diventando il perno di coinvolgenti appuntamenti musicali di altissima qualità.

Descrizione The Bösendorfer Recitals – Carlo Grante: http://mozartitaliacastelliromani.it/2020/11/15/the-bosendorfer-recitals-carlo-grante/

Sito web di Carlo Grante: http://www.carlogrante.com/

Sito web di Bruce Adolphe: https://bruceadolphe.com/

Il pianoforte Bösendorfer nell’auditorium Velletri: https://www.boesendorfer.com/en/pia Bösendorfer nos/pianos/concert-grand-280VC

Sito web Bösendorfer https://www.boesendorfer.com/en

Dal Sito Off The Hook Arts https://offthehookarts.org/the-bosendorfer-recitals/ 

...




09/12/2020 Teatro Artemisio-Volonté, voucher per i rimborsi: ecco le modalità

Il proseguo dell’ondata epidemica e la chiusura forzata dei Teatri ha reso impossibile la messa in scena di numerosi spettacoli. La Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri, diretta dal Maestro Claudio Maria Micheli, comunica che i voucher per i rimborsi delle esibizioni rimandate al Teatro Artemisio-Volonté saranno ritirabili presso il punto vendita de “Il Biglietto” (Via De Filippo) con le seguenti specifiche: 1) Per gli Abbonamenti saranno consegnati dei voucher per la restituzione dei due ratei non goduti, ovvero quelli relativi allo spettacolo di Enzo Iacchetti e Pino Quartullo (“Hollywood Burger”) e dello spettacolo di Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia (“Maurizio IV. Un Pirandello Pulp”), sostituito come titolo da Uno, nessuno e centomila con Enrico Lo Verso. 2) Per chi ha acquistato i biglietti al botteghino, invece, entro e non oltre il 18 dicembre 2020 si deve inviare una email con la foto del biglietto all’indirizzo: rimborsi.atcl@gmail.com. I tagliandi saranno dunque annullati e saranno emessi dei voucher sostitutivi. 3) Chi ha acquistato i biglietti sul sito Ticketone o presso le loro rivendite dovrà inviare entro e non oltre il 18 dicembre le richieste di rimborso direttamente a Ticketone, che provvederà ad inviare direttamente ai loro clienti i voucher online. I voucher hanno una validità di 18 mesi dal momento della emissione e potranno essere spesi esclusivamente per gli spettacoli organizzati da ATCL.

...




05/12/2020 Duo Calvani-Capitelli in live streaming alla Casa delle Culture

Evento Online - 6 dicembre 2020, 18:00 - NeAMO
Free LIVE STREAMING https://youtu.be/r7vxY70DP_E

Duo Calvani Capitelli
Andrea Calvani e Adolfo Capitelli pianoforte a 4 mani
 
Johann Sebastian Bach
Il clavicembalo ben temperato, 1° volume Trascrizione per pianoforte a quattro mani di Théodore Dubois
1. Preludio e fuga BWV 855
2. Preludio e fuga BWV 856
3. Preludio e fuga BWV 857
 
W. A. Mozart Ouverture da “Don Giovanni”
 
W. A. Mozart Ouverture da “Le nozze di Figaro”
 
O. Singer Fantasia sulla Carmen
 
G. Rossini, Ouverture da “Il barbiere di Siviglia”
 

Il Duo Capitelli-Calvani ama definirsi ironicamente “Un’orchestra in XX dita” poiché ha orientato la scelta dei propri programmi da concerto verso trascrizioni di brani provenienti da altri repertori come quello sinfonico o operistico, riportando così la formazione pianistica a 4 mani ad una delle sue funzioni originarie.

L'ensemble formato dai due pianisti romani ha debuttato in Francia nel 2011 ricevendo riscontri positivi dal pubblico e dalla critica locale. Nelle due stagioni successive si è esibito quindi in Francia e Italia e, alla fine del 2013, in Belgio. Nel 2014 il duo ha sostenuto con successo la prima tournée in Germania ed ha debuttato presso il Teatro Belli di Roma, all’interno del prestigioso cartellone della rassegna Fontanoneclassica, nella formazione a due pianoforti. Dalla sua costituzione la formazione Capitelli-Calvani  si esibisce regolarmente in Italia e in Europa distinguendosi per l’originale approccio all’aspetto “divulgativo” della pratica concertistica. Ampio spazio, all'interno dei programmi proposti, trovano le trascrizioni delle pagine più rappresentative del grande repertorio lirico italiano, revisionate e/o compilate direttamente dai due pianisti. Recentemente sui due musicisti romani è stato scritto: ”…messaggio musicale impeccabile, tecnica raffinata, pianismo virtuosistico ma estremamente espressivo ed un sincronismo stupefacente…” (XL, 17 luglio 2019).

 
Concerto della rassegna NeAMO: http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/?p=2811
con il contributo della Regione Lazio
Comune di Velletri Assessorato alla Cultura
A.M.Ro.C.
Associazione Mozart Italia
con il patrocinio della FondARC
Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri
colleionci@gmail.com
tel. 371 1508883
...




02/12/2020 Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach

Evento Online - 6 dicembe 2020, 11:00 - NeAMO
Free LIVE STREAMING https://youtu.be/WIj8GHfh2qo

Duo Palmas
Cristina Palmas e Luca Palmas, pianoforte a 4 mani

2° concerto dell’ Integrale del secondo libro del Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach nella versione per pianoforte a 4 mani realizzata da Theodore Dubois

Johann Sebastian Bach
Il clavicembalo ben temperato, 2° volume Trascrizione per pianoforte a quattro mani di Théodore Dubois
Preludio e fuga I in do maggiore BWV 870
Preludio e fuga II in do minore BWV 871
Preludio e fuga III in do diesis maggiore BVW 872

Franz Schubert
Der Tod und das Mädchen D 810, Andante con moto dal Quartetto in re minore n.14, trascrizione di Hugo Ulrich

Johann Sebastian Bach
Il clavicembalo ben temperato, 2° volume Trascrizione per pianoforte a quattro mani di Théodore Dubois
Preludio e fuga IV in do diesis minore BWV 873
Preludio e fuga V in re maggiore BWV 874
Preludio e fuga VI in re minore BWV 875

Franz Schubert
Auf dem Wasser zu singen D 774 (F.L.Graf zu Stolberg) - trascrizione di Hugo Ulrich
Fantasia in fa minore D 940
– Allegro molto moderato-Largo-Allegro vivace-Tempo I

Concerto della rassegna NeAMO: http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/?p=2811
con il contributo della Regione Lazio
Comune di Velletri Assessorato alla Cultura
A.M.Ro.C.
Associazione Mozart Italia
con il patrocinio della FondARC

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri
colleionci@gmail.com
tel. 371 1508883

...




30/11/2020 Quattro anni di “Campaniliana”: si è rimessa la chiesa (o il Campanile?) al centro di Velletri

La “Campaniliana”, rassegna nazionale di teatro e letteratura arrivata alla sua quarta edizione, può sicuramente tracciare un primo bilancio dei risultati ottenuti. Non era semplice, all’alba del 2017, pensare ad una manifestazione di respiro nazionale riservata ad un settore teatrale, quello umoristico, così particolare e ostile per il pubblico di massa. Eppure, in quattro anni, i risultati non sono mancati e non solamente dal punto di vista numerico. Decine di ospiti, quattro convegni, cinque spettacoli teatrali prodotti, due mostre, reading, presentazioni di libri e quant’altro sotto la rassicurante e onnipresente figura di Achille Campanile non possono che essere per la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri un motivo di grande soddisfazione. Sono arrivati a Velletri, negli anni, Arnaldo Colasanti, Giorgio Montefoschi, Vito Molinari, Piera Degli Esposti, Umberto Broccoli, Vittorio Viviani, Diego De Silva, Francesco Siciliano, Emilia Costantini, Francesco Sabatini, Giancarlo Governi, Florinda Nardi, Liliana Paganini, Rosario Galli, Pino Imperatore e Pino Quartullo. Hanno vinto il Premio Nazionale Teatrale “Achille Campanile” Francesco Brandi, Adriano Bennicelli, Andrea Ozza e quest’anno Giovanni Di Grezia. Menzioni speciali nel 2019 a Claudio Grattacaso e nel 2020 a Giuseppe Della Misericordia. In prima nazionale è stato presentato il libro di inediti e dispersi “Grazie, Arcavolo” di Silvio Moretti e Angelo Cannatà (Nino Aragno Editore) oltre a “L’umorismo cosmico. Scritti su Achille Campanile” di Rocco Della Corte (Atlantide Editore). Le due mostre hanno totalizzato oltre millecinquecento visitatori in pochi giorni, mentre i convegni e gli eventi in Auditorium – fatta eccezione per l’ultimo che ha visto più che dimezzare i posti a sedere – hanno riportato il tutto esaurito. Un bilancio certamente positivo, visti anche i patrocini del MIBACT (che per tre edizioni di fila ha sposato la causa della “Campaniliana”) e del CENDIC, Centro Nazionale per la Drammaturgia, oltre alla fattiva e costante collaborazione della UILT e alla cooperazione stretta e sinergica con Memoria ‘900. Adesso, in attesa degli sviluppi pandemici, il team organizzativo è in moto per la rassegna di corti umoristici da realizzare non appena sarà possibile e una quinta edizione con diverse idee al vaglio.

...




25/11/2020 Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach alla Casa delle Culture

Domenica 29 novembre 2020 ore 18:00 Evento online
Free LIVE STREAMING:
https://youtu.be/0pVKfSRXY1I

Sara Dominici e Massimo Perciaccante, pianoforte a 4 mani
1° concerto dell’ Integrale del secondo libro del Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach
nella versione per pianoforte a 4 mani realizzata da Theodore Dubois
Free LIVE STREAMING: https://youtu.be/0pVKfSRXY1I

Johann Sebastian Bach Il clavicembalo ben temperato, 2° volume
Preludio e Fuga BWV 882 in Fa diesis Maggiore Preludio e Fuga BWV 883 in Fa diesis Minore
Preludio e Fuga BWV 884 in Sol Maggiore Preludio e Fuga BWV 885 in Sol Minore
Preludio e Fuga BWV 886 in La bemolle Maggiore Preludio e Fuga BWV 882 in Sol diesis Minore

G. Gershwin Rapsodia in blue

F. Liszt Rapsodia ungherese n. 2

Concerto della rassegna NeAMO: http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/?p=2811
con il contributo della Regione Lazio
Comune di Velletri Assessorato alla Cultura
A.M.Ro.C.
Associazione Mozart Italia
con il patrocinio della FondARC

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste - Velletri
colleionci@gmail.com
tel. 371 1508883

...




22/11/2020 Fondarc alla ribalta internazionale con Carlo Grante. Micheli: “Collaborazioni di ampio respiro per portare in alto il nome di Velletri”

La Fondazione Arte e Cultura Città di Velletri – FondArC, tra le molteplici attività culturali ed artistiche che mette in campo dal 2017, con produzioni, coproduzioni, patrocini e collaborazioni, si è dimostrata Ente sensibile alla qualità delle iniziative e delle manifestazioni. Dal mese di Dicembre 2020, nell’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica, avrà luogo la rassegna “The Bösendorfer Recitals” con il pianista di fama internazionale Carlo Grante, grazie alla collaborazione professionale ed intensa che il direttore artistico della Fondazione M° Claudio Maria Micheli, per la parte dedicata agli eventi musicali, ha stretto da anni con l’Associazione Colle Ionci di Valeriano Bottini, direttore artistico anche dell’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale dei Castelli Romani. Abbiamo ascoltato proprio il Maestro Micheli per saperne di più di questo nuovo progetto.

Maestro Claudio Micheli, arriva a Velletri Carlo Grante. Un nome di primissimo livello, unico nel suo genere e che non ha bisogno di presentazioni…

Certamente sì. Il Maestro Grante è uno dei più attivi e apprezzati pianisti della discografia contemporanea e nome noto alla critica internazionale: la sua vasta discografia, che conta attualmente più di settanta titoli, spazia da Domenico Scarlatti, di cui ha appena completato a Vienna la registrazione integrale delle 555 Sonate, che mai prima d'ora un pianista aveva inciso, fino a Giovanni Benedetto Platti, Muzio Clementi, Liszt, Schumann, per arrivare a protagonisti del Novecento storico come Godowski e Busoni (di cui sta registrando tutte le opere pianistiche). La sua attività concertistica si svolge senza sosta nelle più grandi sale da concerto di tutto il mondo, invitato dalle più illustri istituzioni musicali di cui è ripetutamente ospite nelle città di New York, Londra, Berlino, Vienna, Roma, Praga, Zurigo, Tokyo, Chicago, Hong Kong, Mosca, Rio de Janeiro, etc.; tra le collaborazioni con le orchestre spiccano quelle con la Philharmonic di Londra, Wiener Symphoniker, Orchestra dell’Accademia di S. Cecilia, Opera di Zurigo, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra della Radio di Lipsia (MDR), Opera di Stoccarda, Chamber Orchestra of Europe.

Come si è concretizzata l’opportunità di fare la registrazione del lavoro di Grante alla Casa delle Culture e della Musica?

|2

La perfetta acustica dell’Auditorium, di cui andiamo orgogliosi, grazie al meticoloso restauro svolto dal Comune di Velletri, rappresenta un unicum sul territorio dei Castelli romani permettendo esibizioni delle più svariate formazioni cameristiche italiane e straniere, solisti, dalla musica antica a quella contemporanea, dal classico al jazz. La possibilità di poter usufruire da poco tempo, oltre al Pleyel e ad un Erard del 1879, di un pianoforte gran coda Bösendorfer ci permette di ospitare il Maestro e altri musicisti di altissimo livello internazionale e far conoscere i nostri spazi in tutto il mondo, grazie ai filmati, alle riprese dei concerti in streaming, interviste, registrazioni. 

Questi legami e questi ‘sconfinamenti’ potrebbero portare a nuove iniziative culturali?

È un obiettivo. Ad esempio grazie a tutto questo movimento musicale si creerà a partire da Gennaio un gemellaggio con il “Hook Art Festival” che si svolge in Colorado (USA), con incontri in video conferenza che si terranno subito dopo ogni concerto della rassegna. Lavoriamo a produzioni e collaborazioni di ampio respiro per portare in alto il nome di Velletri.

L’obiettivo della sua direzione artistica, dopo i primi anni di vita della Fondazione, rimane quello di dare qualità e continuità agli spazi con eventi come quello di Grante?

Sicuramente sì, e voglio riaffermare che la Fondazione, oltre alle proprie produzioni ormai consolidate, collabora con diverse associazioni e singoli soggetti, quale peculiarità tra i suoi scopi statutari, al fine di coinvolgere il più possibile realtà che operano da tempo sul territorio, affinché la cultura e l’arte con l’aiuto di tutti possa essere costantemente presente e continuare a vivere nella nostra comunità attraverso le discipline più varie.  La Fondazione, oltre a quella già citata con |3 l’Associazione  Colle Ionci, opera le sue collaborazioni in alcuni casi mettendo a disposizione gli spazi che gestisce dal 2016 come il Teatro Artemisio e la Casa delle Culture e della Musica, ad esempio per conferenze, convegni, o mostre come quelle svolte dall’Accademia di Belle Arti di Roma, in ottimi rapporti con la Fondazione, diretta nella sede di Velletri dal Professor Marco Nocca, con il Teatro della Luce e dell’Ombra diretta dal Maestro Gennaro Duccilli per i corsi di recitazione, con la Biblioteca comunale, con gli Istituti scolastici, fino ad arrivare ai corsi più particolari come lo “Yoga nel Giardino della Cultura” ed altro o, ad esempio, con la rassegna Velletri Libris, ideata dalla Mondadori Bookstore di Velletri-Lariano-Genzano e Fondazione De Cultura, mettendo a disposizione per l’occasione il Chiostro, allestito con palco e duecentocinquanta sedie per la platea e fornito di strumentazione audio e luci,  il Giardino esterno, la Sala degli Affreschi, l’Auditorium.  Un altro progetto vincente che ormai è lanciato a livello nazionale è la “Campaniliana”, che insieme a Memoria ‘900 ci vede essere ormai l’unico premio nazionale teatrale di genere umoristico e quest’anno ha portato fra Auditorium e Teatro quasi trecento persone a fronte di tutte le restrizioni. Ci si rende disponibili affinché le locations gestite dalla Fondazione, laddove ci sia una sana collaborazione tra le parti, siano sempre frequentate nella maniera più appropriata a seconda della logistica degli eventi e naturalmente nel rispetto dei luoghi che li ospitano. In  questi anni, rinnovando ad esempio tutta la strumentazione  audio/video/luci del Teatro Artemisio, oltre a potenziare e completare quella presso la Casa delle Culture con l’acquisto di nuovo materiale, si è dimostrata la professionalità e l’attenzione con la quale i membri del Cda della Fondazione, il suo Presidente, i suoi Direttori artistico e amministrativo stanno gestendo gli spazi comunali dedicati all’arte e alla cultura, rendendoli fruibili sia ai visitatori sia al pubblico dei piccoli e grandi eventi.

Torniamo alla rassegna e all’arrivo di Carlo Grante: non è limitativo non poter assistere dal vivo ad un così grande evento?

|4

È l’unico cruccio. Non si potrà assistere dal vivo alle performance di questa rassegna, ma dal 17 dicembre 2020 gli appassionati e i fedeli spettatori che ci seguono potranno collegarsi in streaming al primo concerto dedicato all’immenso Ludwig van Beethoven, e non è un caso che sia proprio nel giorno della sua nascita risalente al 17 dicembre 1770.  Invito tutti ad approfittarne e auguro una buona visione. Seppur in un momento di difficoltà che si sta vivendo con coraggio e voglia di ricominciare al più presto, continuate a seguire le programmazioni e gli appuntamenti della Fondazione Arte e Cultura della Città di Velletri.

...




17/11/2020 Live streaming con Ivan Donchev alla Casa delle Culture

Domenica 22 novembre 2020 ore 18:00
IVAN DONCHEV
3° Concerto dell’integrale delle Sonate per pianoforte di L. van BEETHOVEN

LIVE STREAMING, a breve inseriremo qui di seguito il link dello streaming

 

Ludwig van Beethoven
Sonata N. 5 in Do minore, Op.10 N.1
- Allegro molto e con brio
- Adagio molto
- Prestissimo
Sonata N. 6 in Fa maggiore, Op.10 N.2
- Allegro
- Allegretto
- Presto
Piano Sonata No. 7 in Re maggiore, Op. 10 N. 3
- Presto
- Largo e mesto
- Menuetto: Allegro
- Rondo: Allegro

Concerto della rassegna NeAMO: http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/?p=2811
con il contributo della Regione Lazio
Comune di Velletri Assessorato alla Cultura
A.M.Ro.C.
Associazione Mozart Italia
con il patrocinio della FondARC

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri
colleionci@gmail.com
tel. 371 1508883

...




13/11/2020 The Bosendorf Recitals con Carlo Grante streaming alla Casa delle Culture

6 recital pianistici online sul magnifico Bösendorfer 280 Vienna Concert dal palco della spettacolare Casa delle Culture di Velletri.

Primo recital, il giorno del compleanno di Beethoven: Ludwig van Beethoven 32 Variations in C minor, Wo 80 Variations on an original theme, op. 34 Variations and Fugue op. 35 Variations on an original theme, op. 76

...




11/11/2020 Focus danza e letteratura sul Cile a

Prosegue Paesaggi del Corpo, in diretta video sul canale YouTube del Festival, con il Focus danza e letteratura sul Cile: il 20, 22 e 24 novembre saranno trasmessi in streaming le repliche degli spettacoli La danza della realtà, ultima produzione della Compagnia Atacama (Italia), dedicata all’universo creativo di uno dei più importanti artisti contemporanei, Alejandro Jodorowsky e La Bailarina di Cia Pe Mellado (Cile), performance ispirata a Gabriela Mistral, poetessa e insegnante cilena, Premio Nobel per la letteratura. A causa delle restrizioni dell’ultimo DPCM, gli eventi saranno chiusi al pubblico e visibili solamente in streaming sul canale YouTube di Paesaggi del corpo. Il primo importante momento del Focus danza e letteratura sul Cile si avrà venerdì 20 novembre alle ore 19:30 con l’incontro visibile in streaming dal titolo Gabriela Mistral. Poesia e Danza con la compagnia cilena Pe Mellado che dalle ore 21:00 porterà in scena al Teatro Artemisio La Bailarina, uno spettacolo che guarda all’universo poetico della poetessa Gabriela Mistral. In questa performance la coreografa Paulina Mellado, accademica presso il Dipartimento di Danza, Facoltà di Lettere, Universidad de Chile e presente in tutto il mondo con le sue coreografie, ha cercato di collegare la danza con la scrittura e il movimento con la parola, consapevole che entrambi muovono verso il gesto poetico come simbolo della creazione e si avvicinano alla sua essenza, al suo spirito libero, al suo slancio di lotta e ai sogni trattenuti. |2 Si continuerà domenica 22 novembre alle ore 17:30, con un altro imperdibile appuntamento con la Compagnia Atacama che presenta in streaming dal Teatro Artemisio La danza della realtà, uno spettacolo ispirato all’opera di Alejandro Jodorowsky artista poliedrico, che coglie con il suo sguardo visionario la realtà e la condizione esistenziale dell’essere umano. Il progetto, ideato e diretto da Patrizia Cavola e Ivan Truol, porta sulle scene i danzatori Marco Cappa Spina, Nicholas Baffoni, Valeria Loprieno e Camilla Perugini, accompagnati dalle musiche originali del gruppo musicale Epsilon Indi. Il tema centrale dello spettacolo è lo scontro tra complessità del vivere contemporaneo e la natura antica, ancestrale dell’uomo che permane anche nella contemporaneità. Fragilità, conflitti, relazioni, innocenza, violenza portate in scena attraverso un teatro fisico, tipico dello stile della compagnia Atacama, in cui i linguaggi della poesia e del grottesco si fondono. A seguire si svolgerà l’incontro Alejandro Jodorowsky. Danza e Letteratura con la Compagnia Atacama. Martedì 24 novembre alle ore 17:30 e alle ore 21:00 sarà possibile vedere nuovamente in streaming lo spettacolo La Danza della Realtà della Compagnia Atacama. Per prenotarsi e ricevere il link per seguire gratuitamente gli eventi è necessario inviare una email a info@paesaggidelcorpo.it. Programma completo su paesaggidelcorpo.it

...




02/11/2020 Perseo e Medusa di ASMED Balletto di Sardegna in diretta dal Teatro Artemisio-Volonté

Un altro appuntamento di danza in diretta video, domenica 8 novembre alle ore 17:30, a Paesaggi del Corpo Festival che ospiterà la compagnia ASMED Balletto di Sardegna, in scena con Perseo e Medusa, uno spettacolo firmato da Senio G. B. Dattena, in live streaming direttamente dal Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri (RM). A causa delle restrizioni dell’ultimo DPCM, gli eventi saranno chiusi al pubblico e visibili solamente sul canale YouTube di Paesaggi del Corpo. ASMED, compagnia di danza sarda fondata nel 1979 e che fino ad oggi si è distinta in festival e teatri di tutto il mondo proporrà al pubblico del Festival Perseo e Medusa, una coreografia tratta da una delle storie più avventurose della mitologia greca. La struttura del racconto sostenuta sapientemente dalle elaborazioni musicali di Diego Soddu è quella delle fiabe classiche, con un eroe (Perseo), un cattivo (il re Polidette), una fanciulla da salvare (in questo caso sua madre Danae e Andromeda), prove da superare (tagliare la testa alla gorgone Medusa e uccidere il mostro marino che vuol fare un sol boccone di Andromeda) e l'intervento magico (Atena e Ermes). Il racconto di Perseo e Medusa porta con sé l'insegnamento, elemento imprescindibile, che valorizza il coraggio, la dedizione, l'amore per il bene. Il lieto fine annunciato è il giusto coronamento di un’impresa pericolosa ma compiuta all’insegna della giustizia e dell'amore. Se poi il coraggio è supportato dall’ausilio di forze divine come quelle di Atena e Ermes il racconto diventa ancor più intrigata e interessante. Nella storia di Perseo confluiscono infine alcuni miti che esauriscono con lui la loro storia, mentre altri la iniziano e personaggi come Danae, Medusa, Pegaso, Cassiopea, che rendono il racconto assai articolato e spettacolare. Per prenotarsi e ricevere il link per vedere gratuitamente lo spettacolo è necessario inviare una email a info@paesaggidelcorpo.it Con l’obiettivo di garantire la continuità del Festival, la Direzione Artistica ha stabilito che anche i prossimi appuntamenti di novembre di Paesaggi del Corpo verranno trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube del Festival: http://bit.ly/PaesaggiDelCorpo

...




27/10/2020 Adriana Borriello in diretta streaming su internet dal Teatro Artemisio Gian Maria Volonté

A causa delle restrizioni introdotte dal nuovo DPCM, lo spettacolo La conoscenza della non conoscenza della danzatrice e coreografa di fama internazionale Adriana Borriello sarà chiuso al pubblico e verrà trasmesso il 31 ottobre alle ore 21 in streaming sui social media di Paesaggi del Corpo Festival Internazionale Danza Contemporanea, in diretta dal Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri. Adriana Borriello, fondatrice dell’omonima compagnia, si esibirà insieme a Rossana Damiani ne La conoscenza della non conoscenza, performance, prodotta dall’Associazione Culturale Atacama Onlus, che dipana il proprio filo del discorso nell’alternanza tra verbo e corpo, scivolando, saltellando, rimbalzando continuamente dalla parola al movimento - e viceversa -, dalla descrizione letterale all’evocazione poetica. Ci si addentra così all’interno del lavoro dell’artista, nelle sue pratiche e nelle questioni che le muovono, ne derivano e le identificano. Una performance che metterà a nudo la danzatrice attraverso la dimostrazione degli strumenti che la coreografa avellinese utilizza nell’atto creativo e nell’insegnamento. Con la musica di Roberto Paci Dalò, le danzatrici mostreranno agli spettatori il gioco della creazione, esplicitandone le regole e i meccanismi e dimostrando come questo gioco si rivela nell’attuazione, ogni volta uguale e ogni volta diverso, oltre e dentro le norme che lo regolano. Per prenotarsi e ricevere il link per vedere lo spettacolo sul computer o sullo smartphone è necessario inviare una email a info@paesaggidelcorpo.it Con l’obiettivo di garantire la continuità del Festival, la Direzione Artistica ha stabilito che anche i prossimi appuntamenti di novembre di Paesaggi del Corpo verranno trasmessi in diretta streaming sui canali social del Festival.

...




26/10/2020 Giovanni Di Grezia vince il Premio Campanile 2020: la proclamazione al Teatro Artemisio

Nel giorno più triste per il teatro italiano, la “Campaniliana” abbassa il sipario su una quarta edizione ricca di soddisfazioni e di pubblico. Il bilancio della rassegna, organizzata dalla Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri con la collaborazione di Memoria ‘900 e con i patrocini di Cendic, Comune di Velletri e MIBAC, può considerarsi senz’altro positivo. I numeri parlano di quattro date, composte da un convegno, dalla presentazione del libro “L’umorismo cosmico” di Rocco Della Corte, dalla presentazione dell’archivio di Campanile e due spettacoli teatrali, “L’acquario” e “Cinque panni che si lavano in famiglia”, prodotti dalla stessa Fondarc. Anche i numeri, nonostante le paure, hanno dato ragione agli organizzatori: si contano circa cinquecento presenze fra i vari eventi, un numero apparentemente magro rispetto alle passate edizioni, ma estremamente prezioso viste le restrizioni. Inoltre lo share social ha confermato la bontà dell’iniziativa, con le due dirette dall’Auditorium viste da quasi mille persone in dieci giorni. Nella serata conclusiva, al Teatro Artemisio-Volonté, a fare gli onori di casa è stata Vera Dani, referente del Premio. Il saluto della Fondazione (e dell’amministrazione comunale) è stato a cura di Tullio Sorrentino, nuovo presidente della Fondarc. Poi, spazio alla premiazione con il presidente della Giuria Arnaldo Colasanti che ha svelato il nome dell’opera menzionata e di quella vincitrice. Nello specifico, la segnalazione va a “Trentotto giorni per cambiare vita” di Giuseppe Della Misericordia con la seguente motivazione: “Mai come oggi si muore e si risorge in un solo giorno. E non perché in giro ci siano delle divinità. Il fatto vero è cha la vita di ciascuno di noi si regge ad un filo sottilissimo tirato, stretto stretto, dalla grande madre che regola la nostra vita e le nostre preoccupazioni: la banca. La storia della donna in fuga e del funzionario di banca che può distruggere e salvare fino alla pura felicità la nostra protagonista è forse la storia di tutti noi: non più Lazzaro, ma ciascuno Alice nel paese delle NON meraviglie”. L’autore, purtroppo, ha disdetto il viaggio verso Velletri a causa covid (proviene da Varese) e riceverà la targa alla prima occasione utile. Il vincitore della quarta edizione del Premio Nazionale Teatrale “Achille Campanile” è invece Giovanni Di Grezia: proveniente da Sassari ma di origini irpine, è salito sul palco visibilmente emozionato e ha ricevuto l’assegno di 1500 euro offerto dalla Clinica Madonna delle Grazie. Di Grezia ha raccontato in che modo ha partecipato al Premio: “Ho letto spesso Campanile, ma faccio il giornalista e la scrittura per me è solo una passione. Poi, durante il lockdown, mi sono imbattuto sui social grazie anche alle segnalazioni di amici nella pagina della rassegna e da lì ho deciso di partecipare…”. Una partecipazione forse improvvisa ma fruttuosa, premiata dalla Giuria con le seguenti motivazioni: “Alla base c’è il dramma di questi anni: la crisi della politica, la difficoltà di pensare qualcosa di intelligente per cambiare questo paese. Ma al fondo c’è anche qualcosa di così tragico da rivelarsi sottilmente umoristico. La nostra più radicale verità: non sappiamo che pesci prendere; non sappiamo cosa fare e dire rispetto ad una società contemporanea che ci sfugge da tutte le parti. Allora arriva la soluzione di Risorgimenticchio. Quale? Richiamare in vita i morti, quelli più competenti: per esempio, Mazzini. Che fare? Ma la magia, gli spettri, le fantasie, sono realissimi e inutili come le insicurezze dell’oggi. Come dire: qui non ci si capisce più niente. Nemmeno loro, i maestri saprebbero come cavar dal buco un’idea per rendere la politica un pensiero positivo e utile al buono stato. Non ci resta che ridere”. Prima di dare spazio allo spettacolo, sono saliti sul palco anche Emilia Costantini e Andrea Ozza. La giurata Costantini ha voluto esprimere la propria rabbia e il proprio disappunto per la decisione governativa di chiudere cinema e teatri, visto che le statistiche parlano di un solo contagiato su oltre trecentomila spettatori da giugno ad oggi. Andrea Ozza, vincitore della passata edizione e autore della commedia poi rappresentata, ha portato il suo saluto e fatto i suoi auguri al vincitore 2020. Con l’opera rappresentata dalla compagnia “Linea di confine” di Roberto Belli e i ringraziamenti alla UILT (presente la presidente regionale Stefania Zuccari in sala) si è quindi conclusa l’ultima data della rassegna, con un forte arrivederci al 2021.

...




23/10/2020 Mattia Marrone alla Casa delle Culture e della Musica

Domenica, 25 ottobre 2020 – ore 18.00
 

IL SENTIMENTO NEL TEMPO
L’integrale delle composizioni pianistiche di
WOLFGANG AMADEUS MOZART
Un progetto del maestro Leonid Margarius organizzato con gli allievi dei suoi corsi all'Associazione Napolinova e all'Accademia di Imola.
In occasione dei 250 anni dal primo viaggio di Mozart in Italia (1769-1771) 8 concerti da febbraio a dicembre 2020.
Quinto concerto
Mattia Marrone pianoforte


Capriccio in Do maggiore KV 395
Sonata n. 10 in Do maggiore KV 330
(Allegro moderato – Andante cantabile – Allegretto)
Otto Minuetti con Trio KV 315g
*
Fantasia KV 457
Sonata in do minore KV 475

(Molto allegro – Adagio –Allegro assai)

Mattia Marrone, nato a Roma nel 1990, ha studiato pianoforte presso il Conservatorio “Casella” di L’Aquila, conseguendo il Diploma accademico di I livello con il M° Drahomira Biligova e il Diploma accademico di II livello con il M° Orazio Maione con il massimo della votazione e la lode.
Ha inoltre studiato composizione con il M° Mariella Di Giovannantonio e conseguito la laurea in Filosofia presso L’Università degli Studi di L’Aquila.
Ha partecipato alle Masterclass dei Maestri Margarius, Petrushansky, Gajan, Ida Cernecka, Pergler, Buranovsky, Di Cesare, Szreiber, Cuccaro, Raatz, Riktere, Falco, Ambrosini.
Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali con ottimi risultati (meritando il primo premio assoluto al Concorso Europeo Giovani musicisti – Città di Viterbo, Premio “Terme di Papi”); si è esibito in numerose rassegne musicali come “EJC [Dieci]- Rassegna di concerti “early, jazz & classic”, “Omaggio a Gian Luca Tocchi”, “Musiche ed infanzia nel Novecento musicale italiano”, “Omaggio a Nino Rota”, in collaborazione con l’Associazione Concertistica Romana, “Roman Vlad: Ballando con la vespa di toti” e “Omaggio a Britten”.
Ha registrato in diverse occasioni collaborando, tra gli altri, con il Centro Sperimentale di Cinematografia e l’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi.

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste - Velletri
Ingresso ad offerta libera
Prenotazione obbligatoria

In collaborazione con
Accademia Internazionale Pianistica “Incontri con il Maestro” di Imola
Associazione culturale “Napolinova” di Napoli
Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri
Con il patrocinio del Comune di Velletri - Assessorato alla cultura
A.M.Ro.C.
*
INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI
Associazione Mozart Italia - Sede Castelli Romani
Velletri, Via Acqua Lucia 74
tel 3711508883
http://www.mozartitaliacastelliromani.it/
http://www.associazionecolleionci.eu/ass-mozart-italia
associazionemozartitalia.cr@gmail.com
colleionci@gmail.com

...




22/10/2020 Da un maestoso Bach alle seducenti atmosfere di un Beethoven pastorale

25 ottobre 2020 domenica ore 11,00
“Da un maestoso Bach alle seducenti atmosfere di un Beethoven pastorale” b/n
musiche di Bach/Busoni e Beethoven/Liszt
al pianoforte IVAN DONCHEV

ottavo concerto de
Il “suono” di Liszt a Villa d’Este – VIII edizione
Casa delle Culture e della Musica – Velletri
Rassegna di concerti su pianoforte Erard del 1879
come quello che Liszt possedeva ed usava a Villa d’Este

Johann Sebastian Bach/Ferruccio Busoni
(1685-1750 (1866-1924)
Ciaccona dalla Partita n.2 in Re minore per violino solo BWV1004
nella versione pianistica di F.Busoni


Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sinfonia n.6 in Fa maggiore op.68 “Pastorale” (1807-08)
nella trascrizione per pianoforte solo di Franz Liszt

1. Risveglio di piacevoli sensazioni all'arrivo in campagna: Allegro ma non troppo
2. Scena al ruscello: Andante molto mosso
3. Allegra riunione di campagnoli: Allegro
4. Temporale, tempesta: Allegro
5. Canto di pastori. Sentimenti di allegria e gratitudine dopo la tempesta: Allegretto

 
 

Ivan Donchev è stato definito da Aldo Ciccolini “artista di eccezionali qualità musicali” e dalla critica internazionale come “raffinato”(Qobuz Magazine), “pieno di temperamento”(Darmstadter Echo), dotato di “tecnica impeccabile e incredibile capacità di emozionare”(Il Cittadino). Nato nella città di Burgas (Bulgaria), intraprende lo studio del pianoforte all’età di 5 anni con Julia Nenova e dopo tre anni tiene il primo recital. A 12 anni vince il 1°premio al Concorso Nazionale “Svetoslav Obretenov” e debutta con l’Orchestra Filarmonica di Burgas. Nel 1996 è finalista al Concorso EMCY di Dublino. A 16 anni vince il 1° premio al Conc. Intern. di Musica Austro-Tedesca a Burgas, cui segue il debutto internazionale alla GasteigSaal di Monaco di Baviera. Poche settimane dopo si aggiudica il prestigioso Premio della Società “Chopin” di Darmstadt e una Menzione Speciale per la sua composizione nell’ambito del Conc. Internaz. “Carl Filtsch” in Romania.
Regolarmente invitato a suonare in tutta Europa, Russia, Stati Uniti e Asia, tiene concerti alla Merkin Hall di New York, al Conservatorio Ciajkowskij di Mosca, alla Geumanrae Hall di Seoul, alla BösendorferSaall di Vienna, per la Società Chopin di Darmstadt, alla Holst Hall di Londra, alla Sala dell’Accademia Nazionale di Sofia e poi ancora a Berlino, Oslo, Varsavia e molte città della Corea del Sud e del Giappone. Partecipa a importanti festival europei, tra cui Festival de Radio France e La Folle Journée in Francia, Seiler Klavier Festival in Germania, Krakow Piano Festival in Polonia, Apollonia Music Festival in Bulgaria. In Italia suona a Milano (Sala Verdi per la Società dei concerti; Università Bocconi per Kawai in concerto), Roma (IUC e Filarmonica Romana), Pesaro (Teatro Rossini), Bologna (Fondazione Liszt), Firenze (Orsanmichele), Napoli (Concerti di Primavera), Messina (Sala Laudamo), Taranto (Teatro Orfeo), Osimo Piano Festival (Teatro La Nuova Fenice), Civitanova Piano Festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto e altri.
Suona regolarmente con orchestre internazionali: New York Festival Orch., Sinfonica Rossini, Filarmonica Marchigiana, Roma3, Sinfonica di Bari, Orch. della Magna Grecia, Orch. da Camera Fiorentina, Burgas Philharmonic, Kronstadt Philharmoniker, Pleven Philharmonic, Nis Symphony, Pazardzhik Symphony, Jeonju Philharmonic, Solisti di Zagabria, Bryansk Symphony. Collabora con direttori quali D.Schweizer, H.Hirai, D.Crescenzi, M.Brousseau, A.Du Closel, Guem No-Sang, A.Shaburov, Y.Dafov, I.Kojuharov, S,Simeonov, G.Palikarov, S.Trasimeni, P.Romano, G.Lanzetta, L.Di Fronzo, D.Iafrate, Ilku Lee, S.Muratov, I.Krinchev.
In Italia ha inoltre vinto i concorsi: Città di Stresa; Gran Prize Ecomusic (Monopoli 2000), Premio Seiler (Palermo 2001), Migliori Diplomati (Castrocaro 2003), Premio Sergio Fiorentino (Morcone 2004), Premio Pianistico Giuseppe Terracciano (Giffoni 2005). L’esecuzione a 19 anni della Sonata in Si min. di Liszt gli vale il Premio Speciale al Concorso Europeo a Villafranca Tirrena. Nel 2008 vince il XVIII Concorso Società Umanitaria di Milano.
Incide i concerti di Ciajkowskij e, in prima mondiale, il Quadro sinfonico concertante di Vito Palumbo, a lui dedicato. Pubblica per le etichette Rai Trade, Sheva Collection e Gega New. Sue registrazioni sono trasmesse dalle Radio France, Classica, Vaticana, Radio3 e BNR. Il CD con il violinista Ivo Stankov delle sonate di Beethoven riceve il 5 stars award della rivista Musical Opinion. Nel 2017 pubblica il CD “Live in Montpellier”, giudicato dalla critica come il recital più interessante del Festival de Radio France. Con la violinista Annabelle Berthomé incide per MUSO le sonate di G.Bacewicz e il loro disco riceve 4 stars del BBC Music Magazine.
Invitato in giuria di concorsi internazionali, ha tenuto masterclass al Conservatorio di Mosca, Brooklyn College di New York, Whitgift School a Londra, in Giappone е in Corea del Sud.
Dal 2018 intraprende l’esecuzione integrale delle 32 Sonate di Beethoven.
Fondamentale è stato il pluriennale perfezionamento con A.Ciccolini dal quale riceve il premio “Sorrento Classica” e con il quale ha suonato in piano duo al Festival de Fenetrange in Francia.

Lo spettacolo si svolgerà nel rispetto della normativa anti Covid 19
Alcune informazioni utili per il pubblico
Qui sotto i link per scaricare il modulo da compilare e consegnare all’ingresso nella Casa delle Culture e della Musica di Velletri ed il
- Regolamento per l’accesso
http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/wp/wp-content/uploads/2020/07/Regolamento-accesso1.pdf
- Autodichiarazione per congiunti
http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/wp/wp-content/uploads/2020/07/Autodichiarazione-posti-congiunti.pdf
- Autodichiarazione posti singoli (distanziati)
http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/wp/wp-content/uploads/2020/07/Autodichiarazione-posti-singoli.pdf

Associazione culturale Colle Ionci
Fondazione Arte e Cultura Città di Velletri
Con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Velletri
Accademia di alto perfezionamento Musicale Roma Castelli
Associazione Mozart Italia – Castelli Romani

Questo concerto si terrà la domenica alle ore 11:00
Ingresso ad offerta libera
Prenotazione obbligatoria

Informazioni e prenotazioni
www.associazionecolleionci.eu
colleionci@gmail.com
tel. 3711508883

...




21/10/2020 Spawning con Bruno Pitruzzella alla Casa delle Culture

Sabato 24 ottobre 2020 ore 18:00
Casa delle Culture e della Musica - Velletri
Sala affreschi
BRUNO PITRUZZELLA chitarra
SPAWNING
Musiche di Bruno Pitruzzella

Attento sia alla composizione che all’improvvisazione, Bruno Pitruzzella "scrive" la sua musica, che è quasi sempre strumentale, un mix di post rock, jazz, punk, folk e improvvisazione. Membro storico di tre straordinarie band, dal 2013 entrate nella scuderia Almendra Music, ha all'attivo 2 album coi Forsqueak, 4 con gli Utveggi, un Ep con gli Aps.
“Spawning”, il primo solo chitarre, vede la luce a fine 2019, sempre con Almendra Music.
“Spawning” significa “fare le uova”, “germinare”: è un termine usato per descrivere la riproduzione degli animali acquatici. Il titolo nasce dalla passione per il mare e i suoi abitanti: Bruno è un istruttore e fotografo subacqueo, questa attività ha avuto un ruolo determinante nella produzione del lavoro. Spawning (11 brani per chitarra classica, acustica, elettrica e 12 corde) è un album chitarristicamente assai variegato che, come dichiara Bruno, "riflette esattamente la tendenza a cambiare chitarra 3 o 4 volte nell’arco di mezz’ora e a suonare quasi sempre soltanto quello che suggerisce il momento”.

Nato a Palermo nel 1987, attento alla musica fin da piccolo e amante della chitarra (che ha cominciato a suonare all'età di dieci anni), Bruno Pitruzzella si è diplomato in chitarra classica al Conservatorio V. Bellini della sua città nel 2011. I suoi maestri sono stati Alberto Di Rosa, Antonello Ghidoni e soprattutto Marco Cappelli e Francesco Guaiana, figure molto importanti per la sua formazione artistico-musicale e umana.
Parallelamente agli studi accademici, Bruno ha approfondito la pratica del jazz e dell'improvvisazione con Francesco Guaiana, Mimmo Cafiero, Umberto Fiorentino, Fabio Zeppetella, Antonio Forcione, Lelio Giannetto, l’Orchestra Instabile Disaccordo di Palermo. Un incontro e un workshop con Pat Metheny e il lavoro sull'improvvisazione radicale insieme all’associazione Curva Minore (Lelio Giannetto, Dario Buccino, Mike Cooper, Stefano Zorzanello, Aab Baars, Igg Hennemann, Frank Gratkowski, Michiel Braam) hanno dato a un notevole impulso alle sue avventure musicali; così come la collaborazione più che decennale con i componenti storici delle band Forsqueak, Utveggi, Aps (Luca La Russa, Simone Giuffrida, Valerio Mirone, Giuseppe Montalbano, Sergio Schifano, Simone Sfameli).

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste - Velletri
Ingresso ad offerta libera
Prenotazione richiesta
tel 3711508883
colle...@gmail.com

Lo spettacolo si svolgerà nel rispetto della normativa anti Covid 19
Alcune informazioni utili per il pubblico
Qui sotto i link per scaricare il modulo da compilare e consegnare all’ingresso nella Casa delle Culture e della Musica di Velletri ed il
- Regolamento per l’accesso
http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/wp/wp-content/uploads/2020/07/Regolamento-accesso1.pdf
- Autodichiarazione per congiunti
http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/wp/wp-content/uploads/2020/07/Autodichiarazione-posti-congiunti.pdf
- Autodichiarazione posti singoli (distanziati)
http://www.accademiamusicaleromacastelli.eu/wp/wp-content/uploads/2020/07/Autodichiarazione-posti-singoli.pdf

con il contributo di Nuovo Imaie
Associazione Culturale Colle Ionci
A.M.Ro.C.
Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri
Con il patrocinio del Comune di Velletri - Assessorato alla cultura
*
INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI
tel 3711508883

...




19/10/2020 L’archivio di Achille Campanile e il libro di Rocco Della Corte fanno sold out all’Auditorium

Sabato pomeriggio il secondo appuntamento della quarta edizione della “Campaniliana”, la rassegna di teatro e letteratura dedicata ad Achille Campanile. In un Auditorium gremito, sempre secondo le normative anti-covid e con i posti distanziati e limitati, è andata in scena la giornata dedicata agli studi campaniliani con la presentazione dell’inventario dell’archivio dello scrittore curato da Nicoletta Rinaldi e la presentazione del volume “L’umorismo cosmico” (Atlantide Editore) di Rocco Della Corte. A dare il benvenuto il nuovo presidente della Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri, Tullio Sorrentino, che nella prima uscita successiva alla nomina ha lodato il lavoro svolto dal team della rassegna e garantito il supporto della Fondarc ad ogni iniziativa volta alla crescita cittadina e alla valorizzazione artistica e culturale. La professoressa Vera Dani, coordinatrice dell’evento, ha dunque passato la parola a Nicoletta Rinaldi. Quest’ultima, a seguito di un duro e certosino lavoro, è riuscita in un intento non affatto scontato, quello di riordinare il caotico archivio di Campanile. Anni di lavoro sulle carte, sulle minute, sui lembi delle lettere oltre che naturalmente su manoscritti e dattiloscritti sono serviti ad inventariare tutto ciò che l’autore romano ci ha lasciato. È stato un po’ come essere in diretto contatto con lui, ha ammesso la dottoressa, che ha svolto questo lavoro in seno alla Sapienza Università di Roma. Oltre alla metodologia, la Rinaldi ha descritto anche le tipologie di carte e il risultato finale rappresenta uno straordinario punto di partenza per ogni tipo di studio sulla produzione campaniliana. |2 Lo spazio letterario, invece, è stato quello in cui si è mosso il dialogo fra Vera Dani e Rocco Della Corte, autore della raccolta di saggi “L’umorismo cosmico. Scritti su Achille Campanile”. Un volume pubblicato lo scorso novembre e presentato già a Latina e Lariano, nato dall’esigenza di mettere su carta alcune riflessioni suscitate direttamente dalla lettura di opere, articoli e appunti campaniliani. Il nesso con Leopardi, la dimensione esistenziale della scrittura, l’irriverente vis umoristica di passi narrativi fortemente anticipatori ha caratterizzato la presentazione, conclusa con un lungo firma-copie sempre realizzato nel rispetto del distanziamento. A portare i saluti dell’amministrazione comunale ci ha pensato l’Assessore alla Cultura Romina Trenta, presente in sala assieme all’Assessore alle Politiche Giovanili Edoardo Menicocci. Un aneddoto raccontato da Gaetano Campanile ha concluso il pomeriggio, rimandando alle piece teatrali per gli ultimi due appuntamenti di questa edizione della “Campaniliana”.

...




1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 Avanti